Il Manifesto

Home / Il Manifesto

MISSION

Questo sito internet è dedicato al Makò. Il cotonificio di Cordenons che nel corso degli anni ha cambiato nome, proprietari, ragione sociale, ma è sempre rimasto nel detto popolare “il makò”. Così si chiama anche la Società di Trasformazione Urbana chiamata a far rivivere questo compendio così affascinante, sia per la storia che racchiude, sia per l’oggettiva bellezza delle robuste strutture industriali ed il magnifico ambiente naturale in cui è inserito senza ferirlo.

MANIFESTO

Sappiamo che sono passati molti anni infruttuosi e molto alto è lo scoramento di tutti, ma non ci interessa qui ricercare o ricordare gli errori. Noi ci occupiamo del futuro di quest’area e lo vogliamo fare con due parole d’ordine:

  • TRASPARENZA
  • PARTECIPAZIONE

La trasparenza passa anche attraverso questo sito e le altre pagine di comunicazione social che metteremo in campo. Pubblicheremo tutto ciò che la STU Makò delibererà secondo la filosofia della “amministrazione trasparente” (DLgs 14/03/13 n.33).

La partecipazione per noi vuol dire condividere col maggior numero di persone la storia passata del makò e le idee per il suo rilancio. Anche per questo aspetto, il sito internet diventa luogo di confronto e raccolta documentale. Con il vostro aiuto vorremmo raccogliere in questo spazio sia la storia ufficiale dello stabilimento ma anche i racconti di chi vi ha lavorato, la vita delle operaie, i capi turno, gli imprenditori.

Il dominio internet si chiama “il mio Makò” perché vorremmo che questo “sito virtuale”, come il “sito industriale” sia davvero sentito come luogo pubblico e perciò anche un po’ di ciascuno di noi.

Tutto il materiale raccolto farà parte di un museo che verrà ricavato nell’area Cantoni e ricorderà a chiunque entri nel nuovo Makò, cosa è stato questo stabilimento per migliaia di persone dal 1903 al 1990.

Per quanto riguarda il futuro dell’area, come sapete, c’è un Piano Regolatore Particolareggiato Comunale che identifica alcune linee di intervento e c’è un piano industriale da rivedere. L’unica promessa che può fare il nuovo Consiglio di Amministrazione della STU Makò è l’impegno alla redazione di un nuovo masterplan che sia FATTIBILE. Ed al più presto possibile.

Ci sarà un periodo iniziale di studio e valutazioni con esperti, poi si passerà alla redazione di un masterplan su cui incardinare la progettazione della riconversione. Il masterplan è anche lo strumento principale per raccogliere i finanziamenti, operazione che il CDA ha ben chiara dai primi attimi dopo la nomina.