C’era una volta una filanda…

di Gigi Cozzarin

Se tornassimo indietro in un tempo dove il lavoro era una faticosa sopravvivenza e la speranza di un futuro migliore, turni di giorno, di sera, di notte, di mattina presto, troppo presto, però eravamo in compagnia di altri, amici o semplici conoscenti, e ci si consigliava, si scambiavano segreti e favori, si scherzava, si rideva, si piangeva, ma eravamo con loro uniti in un lavoro che ci aiutava a crescere.

Dedicato a tutte le persone che in questo luogo hanno trascorso gran parte della loro esistenza, che le loro mani rovinate abbiano potuto accarezzare tanti bambini.

Progetti correlati
2014-04-11-2702mako